• segreteria lun - ven: 9:00 - 17:00
  • +39 02 2390.2878
  • Domenica 18 settembre: APINFESTA 2022 a Settimo Milanese, il Miele solidale e il mondo delle Api

    Bozza automatica 43Le api, insetti importantissimi da proteggere. Il 18 settembre un’occasione per conoscerle meglio, ma anche una domenica di festa e di solidarietà!

     

     

    Domenica 18 settembre, nel Comune di Settimo Milanese (MI), il Bosco della Giretta si animerà con laboratori didattici, visite guidate, convegno a tema, giochi a tema per tutti, laboratorio di smielatura, ristoro e musica. Sarà una grande festa dedicata a questi insetti laboriosi, fondamentali per il nostro ecosistema a cui tutti siete invitati a partecipare.

    Miele solidale La RisorgivaLa manifestazione, a cui noi di PROMETEO prenderemo parte, sarà organizzata dall’Associazione La Risorgiva che ogni due anni sceglie un progetto di ricerca da promuovere attraverso il miele prodotto. Uno degli alveari dell’apiario sarà infatti dedicato alla solidarietà. Tanti bellissimi vasetti di squisito miele vi aspettano: per il biennio 2022/2023 il ricavato andrà a PROMETEO.

     

    Vi aspettiamo numerosi, a partire dalle ore 15:00, per trascorre una GiornataMiele solidale La Risorgiva

    immersi nella natura e all’insegna della solidarietà!

    N.B. In caso di maltempo la manifestazione sarà annullata.

    Bosco della Giretta
    Via Giulio Pastore 7
    Settimo Milanese (MI)


    FUTURO… e dintorni, un puzzle da disegnare – XXIII Giornata di PROMETEO

    FUTURO… e dintorni, un puzzle da disegnare - XXIII Giornata di PROMETEOCari Amici, anche quest’anno non mancheremo all’appuntamento della Giornata di festa di PROMETEO. Il tema a cui abbiamo pensato è “FUTURO…e dintorni” – Un puzzle da disegnare.

     

    La stiamo organizzando per sabato 1 ottobre; come lo scorso anno ci troveremo al Campus Cascina Rosa, a due passi dall’Istituto Nazionale dei Tumori. Sarà l’occasione per guardare avanti, alla luce dei cambiamenti che si stanno concretizzando, oltre che per mostrarvi la realizzazione del progetto di cui vi avevamo parlato lo scorso anno, pensato per andare incontro ai bisogni di coloro che hanno una malattia oncologica dell’apparato digerente e sono alla ricerca di buona sanità attraverso il mondo del web, entrato prepotentemente nelle vite di tutti noi con la pandemia e divenuto ormai imprescindibile.

    Ci saranno i nostri volontari, ascolteremo alcuni interventi e non mancheranno momenti di svago con un po’ di buona musica suonata dal nostro amico Paolantonio.

    L’incontro, anche quest’anno, sarà “condito” dal cibo cucinato dal cuoco di Cascina Rosa secondo regole ben precise, ingredienti scelti, e metodi di cottura appropriati perché, se “noi siamo quello che mangiamo”, mangiare in modo salutare, ed anche gustoso, ci consentirà di vivere meglio.

    Il pranzo sarà servito all’aperto, nel patio antistante i locali di Cascina Rosa; benché la fase emergenziale sia ormai superata, continueremo a mantenere alcuni accorgimenti, come l’evitare di accalcarci, e per questo motivo il numero dei posti a disposizione è limitato.

    Appena pronto vi comunicheremo il programma dettagliato. Intanto vi invitiamo a mandarci al più presto le vostre adesioni. Vi aspettiamo numerosi!

    Per confermare la vostra partecipazione e per qualsiasi informazione, contattate la segreteria di PROMETEO al numero 02.23902878 oppure inviando una email a prometeo@istitutotumori.mi.it

     

    Ecco il programma ufficiale! >>>> SCARICA IL PDF

    FUTURO… e dintorni, un puzzle da disegnare - XXIII Giornata di PROMETEO 2


    Il nuovo sito Milan Criteria in Chirurgia Oncologica, uno strumento pensato per il paziente

    Il nuovo sito Milan Criteria in Chirurgia Oncologica, uno strumento pensato per il pazienteFinalmente ci siamo! Ci lavoriamo da tempo e tra poco sarà attivo il nuovo sito, Milan Criteria in Chirurgia Oncologica, realizzato dall’Associazione PROMETEO ODV grazie al progetto Ci vuole un bel fegato, finanziato dall’8xmille della Chiesa Valdese, che presenta il Reparto di Chirurgia Oncologica (epato-gastro-pancreatica) e Trapianto di Fegato dell’Istituto Nazionale dei Tumori.

    Un progetto ambizioso che punta a mettere in contatto con il Reparto e la nostra Associazione PROMETEO, tutti coloro che soffrono di una patologia oncologica dell’Apparato Digerente, per fornire loro la possibilità di avere un canale diretto con il quale informarsi, conoscere ed entrare in contatto con il personale sanitario che può rispondere concretamente al loro bisogno di salute.

    Perché Milan Criteria in Chirurgia Oncologica?

    Il nome Milan Criteria, è quello internazionalmente conosciuto e riferito a questo gruppo di specialisti dell’Istituto dei Tumori che, primi al mondo, nel 1996 hanno messo a punto le modalità di lavoro (i Criteri) da applicare per eseguire il trapianto di fegato su pazienti affetti da epatocarcinoma, sotto la guida del Professor Vincenzo Mazzaferro.

    Da allora molta strada è stata fatta, ed ancora oggi questa rigorosa metodologia di lavoro, che fu pensata ed introdotta per selezionare coloro ai quali fosse chirurgicamente possibile effettuare un trapianto epatico, viene applicata per affrontare la cura dei tumori che interessano anche gli altri organi dell’Apparato Digerente.

    Cosa troverete in Milan Criteria in Chirurgia Oncologica?

    In questo sito, volutamente molto semplice da navigare e rivolto ad un pubblico eterogeneo, si può trovare la risposta al crescente bisogno di buona sanità, implementatosi fortemente con la pandemia da COVID. Il doverci tenere “fisicamente distanziati”, ha generato il proliferare sul web di fake news in tema salute, aumentando confusione e paure nella gente. Da qui la nostra volontà di mettere a disposizione di tutti i pazienti che sono alla ricerca di risposte certe ai loro bisogni, e non solo di coloro che già conoscono questo reparto chirurgico, un riferimento sicuro e soprattutto professionalità reali.

    Come è strutturato il sito Milan Criteria in Chirurgia Oncologica?

    In Milan Criteria, che sarà raggiungibile anche dal sito dell’Associazione PROMETEO (www.odvprometeomilano.org) per favorire i molti che ci contattano alla ricerca di aiuto, viene presentato il reparto di Chirurgia Oncologica, le attività svolte, le cure praticate, il personale sanitario e le modalità per chi lo desidera, di mettersi in contatto con i medici all’Istituto Nazionale dei Tumori, dove svolgono la loro attività assistenziale.

    Le patologie curate sono presentate per organo (fegato, trapianto, vie biliari, metastasi, pancreas, stomaco, tumori neuroendocrini, duodeno, intestino etc.). Ogni organo è corredato di schede informative (liberamente scaricabili) sulle malattie oncologiche ad esso riferite. È inoltre descritta con molta chiarezza la modalità di cura portata avanti all’Istituto Nazionale dei Tumori secondo la rigorosa metodologia da loro messa a punto, i Milan Criteria, che si possono trovare solo qui.

    Nella parte dedicata al Fegato, dalla scheda Trapianto di Fegato, sarà consultabile anche il Manuale del Trapianto, preparato per coloro che hanno avuto, o avranno, un Trapianto di Fegato all’Istituto dei Tumori.

    Ultima ma non ultima, una sezione dedicata alle news, per rimanere aggiornati sulle novità, i convegni e le notizie sui contenuti delle ultime pubblicazioni scientifiche, riferite all’attività di ricerca svolta nel reparto.

    Grazie alla Chiesa Valdese per avere contribuito finanziariamente alla realizzazione del sito e grazie ai nostri tanti donatori e soci per il loro supporto. In un mondo dove la comunicazione digitale è diventata prevalente ed irreversibile, oltre che non controllata, è fondamentale garantire in tema di salute l’accesso ad informazioni chiare e di sicura provenienza. Come sempre, PROMETEO è impegnata nel raggiungimento di questo obiettivo al servizio di tutte le persone.


    … vi auguro con il cuore di essere costruttori di pace, ogni giorno, in ogni vostro gesto. Buona Pasqua

    Buona Pasqua 2022Cari Amici, le festività pasquali sono in arrivo e anche quest’anno la tanto attesa serenità stenta ad accompagnare le giornate che vivremo. La pandemia non è conclusa; il virus prova a sopravvivere mutando, e i numeri degli infetti riprendono a salire.

     
    Fortunatamente il vaccino ci aiuta a combatterlo; gli effetti dell’infezione sono meno gravi rispetto a quanto succedeva in questi stessi giorni due anni fa, ma non dobbiamo abbassare la guardia, perché ora è diventato ancora più infettivo e, anche se le nuove regole ci danno ampi margini di libertà, la differenza continueranno a farla i nostri comportamenti.Accanto alla pandemia viviamo la tragedia del conflitto in Ucraina; non avremmo mai immaginato che vicino a noi potesse accadere quello che leggiamo sui giornali e vediamo alla televisione!Come sapete, quando la macchina dei soccorsi ha iniziato a trasferire i profughi in Italia, PROMETEO ha subito dato disponibilità ad ospitare le famiglie ucraine che hanno raggiunto l’Istituto dei Tumori per poter continuare le cure oncologiche dei loro figli e delle loro figlie. Da un mese tre mamme vivono con i loro bimbi in CasaPROMETEO e l’Associazione si impegna nell’accoglienza a tutto tondo, preoccupandosi di non far mancare il necessario, compreso il sorriso del nostro personale e dei volontari. Vedere i loro volti distendersi, dopo aver vissuto la paura di non riuscire a farcela durante il viaggio attraverso un Paese devastato dalla guerra, è il segno più grande di cosa possa voler dire solidarietà.Per questa Pasqua, pensando di rivolgere un augurio a tutti gli Amici di PROMETEO, vorrei riprendere i sentimenti di questi bambini che, come regalo, desiderano solo la fine della guerra ed il ritorno della pace: vi auguro con il cuore di essere costruttori di pace… ogni giorno, in ogni occasione, in ogni vostro gesto, con forza e coraggio, perché solo così potremo dare al loro futuro, e a quello di tutti, la speranza di un mondo migliore!Con affetto sincero, buona Pasqua a voi ed alle vostre famiglieLa PresidenteGiuse Dellavesa

    Emergenza Ucraina: PROMETEO ODV accoglie i piccoli malati oncologici

    Guerra in Ucraina: PROMETEO ODV accoglie i piccoli malati oncologiciLa guerra in Ucraina è diventata una drammatica realtà: anche PROMETEO ODV accoglie i piccoli malati in fuga.

     

     

     

    PROMETEO collabora con Soleterre ONLUS per ospitare i bambini oncologici e le loro mamme: molti sono in viaggio verso l’Italia ed alcuni di loro saranno curati all’Istituto dei Tumori di Milano.

    PROMETEO metterà a loro disposizione uno degli alloggi di CasaPROMETEO, Casa Lilla, e fornirà tutto il supporto che sarà necessario durante la permanenza a Milano.

     

    Aiutaci anche tu: tante piccole donazioni faranno una grande differenza.

    Emergenza Ucraina: PROMETEO ODV accoglie i piccoli malati oncologici

    EMERGENZA UCRAINA – Ecco come una tua donazione può trasformarsi in aiuto concreto PER UN BAMBINO E LA SUA MAMMA ospiti in CasaPROMETEO:

     

    CON € 15 – Garantirai loro un BUONO PASTO

    CON € 50 – Assicurerai loro l’ACQUISTO DI GENERI DI PRIMA NECESSITÁ

    CON € 80 – Garantirai loro LA SPESA ALIMENTARE PER UNA SETTIMANA

    CON € 200 – Consentirai l’ACQUISTO DEI CAPI DI ABBIGLIAMENTO ESSENZIALI


    4 febbraio, Giornata Mondiale contro il Cancro. Anche PROMETEO ODV si unisce all’appello in favore della prevenzione

    4 febbraio, Giornata Mondiale contro il Cancro. Anche PROMETEO ODV si unisce all’appello in favore della prevenzione 1Oggi 4 febbraio si celebra la Giornata Mondiale contro il Cancro (World Cancer Day), promossa dalla UICC (Union for International Cancer Control) e sostenuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Un momento per sensibilizzare tutti sull’importanza della prevenzione, diagnosi precoce e trattamento.

    A livello globale, circa 1 decesso su 6 è dovuto al cancro. In Italia si muore di cancro meno rispetto alla media europea (-13% negli uomini e -10% nelle donne).
    Continuano costanti i progressi nei trattamenti, nella qualità dell’assistenza e nella sopravvivenza alla malattia; allo stesso tempo, però, si registra un incremento dei ritardi diagnostici e terapeutici come conseguenza della pandemia. Una recente indagine dell’Osservatorio Nazionale Screening ha certificato che nel 2020 sono stati 4 milioni gli inviti in meno relativi agli screening oncologici e 2,5 milioni i mancati esami effettuati. Test venuti meno che si sono tradotti in un ritardo di 5 mesi nell’effettuazione degli screening. Numeri importanti che significano diagnosi sempre più tardive.

    Oggi è possibile prevenire tra il 30 e il 50% di tutti i casi di cancro grazie alla prevenzione che offre la strategia a lungo termine più conveniente per controllarlo. Occorre attuare politiche e programmi nazionali per aumentare la consapevolezza, ridurre l’esposizione ai fattori di rischio e garantire che le persone ricevano le informazioni e il supporto di cui hanno bisogno per adottare abitudini di vita sane. La diagnosi precoce del cancro generalmente aumenta le possibilità di successo del trattamento concentrandosi sull’individuazione dei pazienti sintomatici il prima possibile.

    Anche PROMETEO ODV si unisce all’appello in favore della prevenzione, alleata preziosa nella lotta contro i tumori. Ciascuno di noi, nel proprio quotidiano può fare molto per prevenirli: alimentazione equilibrata, stop al fumo, sedentarietà limitata e controlli periodici, a partire dagli screening, sono gli elementi indispensabili.

    In coincidenza con la Giornata Mondiale contro il Cancro, l’EASL (European Association for the Study of the Liver) la più importante società europea per lo studio del fegato, ha organizzato un convegno dal nome LIVER CANCER SUMMIT 2022, interamente dedicato allo studio dei tumori primitivi del fegato, dove si confrontano i più importanti esperti internazionali in materia, che presentano i risultati dei loro studi più recenti ad una platea di professionisti con i quali interagire direttamente. Tra gli esperti chiamati a presentare c’è il prof. Vincenzo Mazzaferro che parlerà di come prevedere e di come prevenire l’insufficienza epatica dopo un intervento di resezione della neoplasia in un fegato cirrotico.

    PROMETEO, che da anni supporta la ricerca medica portata avanti nel reparto da lui diretto, è orgogliosa del piccolo contributo offerto per promuovere l’avanzamento delle conoscenze a favore dei tantissimi pazienti che raggiungono l’Istituto dei Tumori per trovare le cure migliori.


    Accoglienza in reparto, per i Volontari PROMETEO è un impegno quotidiano

    Volontari PROMETEO in repartoPresso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, nel reparto di Chirurgia Epato-gastro-pancreatica e Trapianto di Fegato, per i volontari di PROMETEO l’accoglienza è da sempre un impegno quotidiano.

    Il volontariato è una parte importante nella nostra Associazione. Abbiamo pensato di intensificare questa attività e rafforzare il servizio di accoglienza svolto dai nostri volontari, individuando i principali bisogni dei pazienti e delle loro famiglie e cercando di rispondere ad essi con un impegno ancora maggiore.

    I volontari di PROMETEO già dal mattino presto sono pronti a ricevere i pazienti e a fornire aiuto per il disbrigo delle pratiche burocratiche legate al ricovero, dare informazioni e indicazioni o per aiutare ad orientarsi all’interno dell’ospedale.
    Inoltre, in questa fase in cui le normative anti Covid non consentono la presenza in reparto di accompagnatori, i volontari, rendendosi disponibili a fare da tramite tra il paziente ricoverato e i familiari, diventano una figura fondamentale.

    I volontari di PROMETEO sono disponibili anche per lo svolgimento di piccole commissioni (ad esempio per procurare giornali e beni di prima necessità, per la lavanderia, ecc.), per comunicare con le segreterie di reparto e aiutare nella ricerca di alloggio in Casa PROMETEO. In reparto è disponibile il nostro depliant con tutte le informazioni a riguardo.

    Puoi trovare i volontari di PROMETEO nell’ufficio del 7° piano del blocco E presso il Reparto di Chirurgia Epato-gastro-pancreatica e Trapianto di Fegato dell’Istituto Nazionale dei Tumori o contattarli telefonicamente chiamando il numero 02 23902265.

    E se vuoi… unisciti a noi, diventa anche tu un Volontario PROMETEO!


    Grazie a PROMETEO ODV nasce Liver Transplant Manager. Ma di cosa si tratta?

    Liver Transplant Manager 1Liver Transplant Manager: cosa si nasconde dietro a queste parole difficili? Di che progetto si tratta? Avete ragione; ne abbiamo parlato poco…

    … ve lo abbiamo presentato molto velocemente tra i progetti realizzati negli ultimi due anni alla recente Giornata di PROMETEO dello scorso settembre.

    Recuperiamo subito e vi raccontiamo perché abbiamo approvato di utilizzare i fondi raccolti per supportare la ricerca del reparto di Chirurgia Epato-gastro-pancreatica e Trapianto di Fegato dell’Istituto Nazionale dei Tumori, destinandoli a finanziare la realizzazione di un software per la gestione dell’attività di Trapianto di Fegato dei quattro Centri delegati a tale procedura in Regione Lombardia.

    Si tratta proprio di questo: LIVER TRANSPLANT MANAGER è un software gestionale; PROMETEO ne ha finanziato lo sviluppo… ha contribuito a farlo nascere.

    La richiesta di destinare dei fondi in questo senso era pervenuta ai membri del nostro Consiglio Direttivo dal prof. Mazzaferro, che l’aveva fatta al termine di un lungo percorso precedente, prima di tipo scientifico e poi di tipo gestionale, durante il quale gli Operatori lombardi del settore avevano condiviso l’esigenza di adeguare il sistema di raccolta dati e di monitoraggio delle liste di attesa per Trapianto di Fegato alle modalità incardinate nelle normative nazionali e innovative rispetto a quanto era in atto in Lombardia.

    Liver Transplant Manager 2Poiché la finalità di tale implementazione era quella di creare uno strumento nuovo e completo che potesse raccogliere tutte le informazioni e soddisfare le necessità legate ai Trapianti di Fegato nella nostra Regione, l’Associazione PROMETEO – che ha nel proprio Statuto il supporto alle attività di ricerca ed il miglioramento delle condizioni dei pazienti affetti da patologie del fegato, compreso il trapianto – di buon grado ha accettato di sostenere economicamente il progetto.

    Da subito ci è stato chiaro che il software sarebbe stato utilizzato dal Coordinamento Regionale dei Trapianti e dagli Operatori dei quattro Centri Trapianto di Fegato lombardi (Istituto Nazionale dei Tumori | Fondazione IRCCS, Policlinico di Milano Ospedale Maggiore | Fondazione IRCCS Ca’ Granda, ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, ASST Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo). Si concordò che una volta completata la prima fase di elaborazione e finalizzazione del programma informatico – del costo di 27.328,00 € finanziata per intero dall’Associazione PROMETEO – esso sarebbe passato in carico per il suo mantenimento e gestione operativa al Coordinamento Regionale Trapianti attraverso un atto di donazione.

    Così è stato. Abbiamo finanziato la realizzazione del software, eseguita dagli informatici della società LUTECH che per circa due anni hanno lavorato a stretto contatto con il dottor Marco Bongini, sotto la supervisione del prof. Mazzaferro, ed al termine di questo lungo impegno PROMETEO ha acquisito le quattro licenze e le ha donate al Coordinamento Regionale dei Trapianti. Da parte nostra ci sentiamo di dire che il dono più grande lo abbiamo fatto a tutti i pazienti in attesa di ricevere un trapianto di fegato in Lombardia… lo abbiamo fatto ai nostri cari pazienti senza distinzione di Centro di afferenza per le cure di cui hanno bisogno!

    Liver Transplant ManagerDi fatto il programma LIVER TRANSPLANT MANAGER (LTM) pone le basi di una più agile e trasparente gestione delle liste di attesa a Trapianto di Fegato nei Centri lombardi e permette di fornire un valido aiuto all’allocazione degli organi donati in ottemperanza alle normative nazionali (sistema ISO) anche permettendo adeguamenti e correzioni sulla base delle esigenze epidemiologiche riscontrate nel territorio, del tipo di indicazioni a trapianto e delle dinamiche di lista presenti nei vari Centri Trapianto.

    Per PROMETEO OdV è un onore aver contribuito a migliorare la gestione dell’attività dei Trapianti di Fegato in Lombardia; il nostro uccellino è stato capace di volare alto! Ora che il software è entrato in funzione il logo di PROMETEO compare tra quelli delle strutture ospedaliere lombarde che effettuano Trapianti di Fegato e nella prima pagina del programma informatico è scritto che la sua realizzazione è stata resa possibile grazie al contributo dell’Associazione PROMETEO.

    Con questo gesto, cari sostenitori, abbiamo dato un esempio concreto di quanto grande sia il valore della solidarietà; PROMETEO ci crede da oltre vent’anni ed è solo grazie a voi che lo può dimostrare con gesti importanti come questo!


    POCUS – Point Of Care UltraSonography – Grazie a UniCredit un nuovo ecografo per l’ambulatorio del reparto

    POCUS - Point Of Care UltraSonography -Tra i problemi che la recente emergenza Covid-19 ha creato in campo sanitario sono da annoverare le limitazioni agli spostamenti delle persone all’interno delle strutture ospedaliere, con la conseguente difficoltà nel gestire l’aspetto logistico delle indagini diagnostiche senza causarne un allungamento dei tempi.

     
    Questo problema ha coinvolto anche i nostri pazienti all’Istituto Nazionale dei Tumori; PROMETEO ha pertanto raccolto la richiesta di aiuto che è pervenuta dal reparto di Chirurgia Epato-gastro-pancreatica e Trapianto di Fegato, e si è adoperata per poter dotare di un nuovo ecografo l’ambulatorio, dove sono seguiti circa mille pazienti ogni anno. È nato così il progetto POCUS – Point Of Care UltraSonography – con l’obiettivo di acquisire un apparecchio diagnostico di ultima generazione, tecnologicamente avanzato ed innovativo, ma anche agile da spostare, per consentire al medico di valutare seduta stante una patologia oncologica, o di gestire eventuali complicanze, senza doversi preoccupare di trovare lo strumento in altra sede diversa da quella dove sta lavorando, o di far sì che il paziente si sposti nella struttura ospedaliera in totale sicurezza per eseguire l’esame.
     
    Il progetto è stato presentato a UniCredit, che lo ha approvato ed in parte finanziato, grazie ai fondi di Carta E. Il progetto Carta E, attivo dal 2005, è un progetto di solidarietà di UniCredit, POCUS - Point Of Care UltraSonography - 1legato all’utilizzo di Carte di Credito «Etiche» emesse dalla Banca. Il 2 per mille delle spese effettuate nel mese, tramite le carte etiche, va ad alimentare, senza alcun onere a carico del titolare della carta, uno specifico Fondo le cui disponibilità sono destinate a diverse iniziative e progetti di solidarietà portati avanti da organizzazioni senza scopo di lucro, come PROMETEO, che si prefiggono obiettivi socialmente utili. La somma così elargita, unita alle tante donazioni dei nostri sostenitori, ci darà la possibilità di raggiungere il totale di 52.500,00 € necessario a completare il pagamento dello strumento scelto, che è dotato di tutte le caratteristiche atte a soddisfare le esigenze diagnostiche dei nostri medici, ed è completo delle sonde specifiche per l’apparato gastro-enterico.
     
    Lo slogan “Fare del bene, fa bene!” del progetto Carta E ci accomuna fortemente, perché entrambi crediamo nel valore della solidarietà verso chi è nel bisogno. Per PROMETEO esso è rivolto in particolare al paziente ed ai bisogni della ricerca clinica, che sono costantemente al centro del suo agire, per realizzare quanto di meglio è disponibile per la cura della persona malata.
     
    Anche l’importo raccolto attraverso con il 5 x Mille, contribuirà a finanziare il progetto. Ringraziamo la Dott.ssa Sherrie Bhoori che ci ha aiutato a lanciare l’appello.
     
    Ecco il video >>>
     
    POCUS - Point Of Care UltraSonography - 2

    Chirurgia oncologica: Greeneye, la realtà aumentata e la fluorescenza del verde di indocianina

    Bozza automatica 39Si chiama “Greeneye” lo studio che si sta conducendo nel reparto di Chirurgia Epato-gastro-pancreatica e Trapianto di Fegato della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, perché è proprio il colore verde del tracciante indocianina che diventa l’occhio in più, per aiutare a visualizzare la diffusione del tumore nei pazienti affetti da neoplasia dello stomaco, e consentire ai chirurghi di effettuare un intervento ancor più preciso e completo. 

     

    Iniettando il tracciante verde di indocianina al paziente che deve essere sottoposto ad intervento chirurgico per rimuovere un tumore si sfrutta la realtà aumentata basata sulla fluorescenza. Proviamo a spiegare di cosa si tratta in parole semplici.

    Bozza automatica 35Il verde di indocianina (ICG) è un tracciante la cui fluorescenza è rilevabile nello spettro dell’infrarosso. Dopo iniezione di ICG in vasi o tessuti, la sua distribuzione può essere valutata attraverso speciali videocamere in grado di catturare  la fluorescenza che esso emette.

    Rispetto all’occhio nudo, come potete capire dalle immagini, questa tecnica relativamente giovane perBozza automatica 36mette di visualizzare meglio la diffusione del tumore, identificarne più facilmente la sede e valutare con maggiore sicurezza la perfusione sanguigna degli organi oggetto dell’intervento chirurgico, tutte condizioni che possono migliorare la qualità di vita postoperatoria dei pazienti in quanto contribuiscono a limitare le possibili complicanze post-intervento tramite la riduzione dell’invasività della procedura chirurgica.

    Bozza automatica 37Lo studio, proposto e capitanato dai ricercatori della Struttura Complessa di Chirurgia Epato-gastro-pancreatica, coinvolgerà altre quattro Unità Operative dello stesso Istituto dei Tumori; per realizzarlo in tempi brevi con i nostri pazienti i medici si sono rivolti a noi, chiedendoci di poter stanziare 10.516 € per finanziarlo.

    PROMETEO ha accettato subito l’impegno a sovvenzionare lo studio, proponendosi di raccogliere la somma da destinare allo stesso anche attraverso il 5 x Mille. 

    Nel video che segue, il Dott. Carlo Sposito ci spiega in sintesi lo studio e come si applica questo metodo all’avanguardia. Raccogliere il suo ed il nostro appello significa per tutti voi aiutare la ricerca clinica applicata portata avanti nel reparto.

    >> Guarda il video

    Chirurgia oncologica: Greeneye, la realtà aumentata e la fluorescenza del verde di indocianina